(da San Marino RTV) – Il decreto – legge proroga di fatto quanto previsto da quello precedente del 23 marzo fino alle ore 5:00 del 9 aprile.

Per le giornate del 3, 4 e 5 aprile gli spostamenti all’interno del territorio sammarinese sono consentiti tra le ore 5.00 e le ore 20.00. Al di fuori da questa fascia, gli spostamenti sono possibili per comprovate esigenze lavorative, motivi di salute, situazioni di urgenza e per visita ad un famigliare di primo grado.

Vietate le attività sportive, fatta eccezione per quelle degli atleti di interesse nazionale stabiliti dal CONS. È esclusivamente consentito lo svolgimento di attività sportiva e motoria all’aperto in forma individuale, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno 2 metri da ogni altra persona, fatti salvi gli appartenenti allo stesso nucleo di conviventi e i soggetti con forme di disabilità che possono essere affiancati da un accompagnatore.

Confermata la chiusura di bar e ristoranti alle 18.00 e riapertura alle ore 5:00, ad esclusione delle giornate del 3, 4, 5 aprile 2021 quando dovranno chiudere alle ore 15.30. Le consegne e il servizio a domicilio restano consentite senza limitazione d’orario. Il servizio da asporto è consentito fino alle ore 22.00 ad esclusione delle giornate del 3, 4, 5 aprile 2021 ove il servizio da asporto è consentito fino alle ore 20.00.

Nei giorni festivi e nei fine settimana sono chiuse al pubblico le attività economiche all’interno del centri commerciali, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari, anche per animali, edicole, tabacchi, farmacie, parafarmacie e ottici.

La data di avvio delle modalità di lavoro agile per il settore privato è posticipata al 9 aprile 2021.

 

Scarica il Decreto Legge 31 marzo 2021 n. 62